Contenuti Taggati ‘ Ordine ’

08 Nov
Lunedì

I giornalisti italiani sono ormai 108.000
ma per la maggior parte si tratta di fantasmi

Nella sezione News

I giornalisti con un contratto di lavoro subordinato sono 20.087 e uno su tre ha un reddito annuo inferiore ai 30mila euro lordi. I giornalisti con rapporto di lavoro autonomo sono 20.213 e più della metà (il 55,25 per cento) dichiara un reddito annuo inferiore ai 5mila euro. Gli uni e gli altri sono i giornalisti “visibili” e insieme costituiscono il 39,9 per cento degli iscritti agli Albi negli elenchi dei professionisti e dei pubblicisti. Il resto degli oltre 108mila iscritti all’Ordine sono “giornalisti fantasmi” e non hanno alcuna posizione presso l’Inpgi, l’Istituto di previdenza. E’ quanto risulta da un’accurata ricerca condotta da Lsdi (acronimo di Libertà di stampa, diritto all¹informazione) incrociando i dati dell¹Ordine dei giornalisti, dell’Inpgi e del Sindacato e presentata nella Sala Walter Tobagi della Fnsi. Continua…

Tutti i contenuti della sezione


Riforma dell’Ordine in Parlamento: chi approva?
3 risposte - Inserito il 01.21.10
 La legge che potrà riformare l'Ordine dei giornalisti è sui tavoli dei deputati della Commissione Giustizia, alla Camera. Se venisse approvata (forse al più presto, in sede deliberante) modificherebbe il vecchio ordinamento del 1963, ormai di difficile applicazione. Il testo che pubblichiamo è quello approvato dal Consiglio nazionale dell'Ordine il 17 ...continua
Sciopero dei giornalisti contro il progetto
del ministro Alfano

nessuna risposta - Inserito il 07.01.09
Una giornata di sciopero: i giornalisti non lavoreranno il 13 luglio, per far mancare i notiziari radiotelevisivi e i quotidiani nelle edicole, il giorno dopo. E’ lo strumento che la Federazione nazionale della stampa ha deciso di adottare per opporsi al disegno di legge del ministro Alfano, quello che renderà ...continua
Contratto: sì dei cdr all’ipotesi di accordo
Entro giugno il referendum

nessuna risposta - Inserito il 04.04.09
I giornalisti italiani voteranno entro giugno per approvare o respingere l’ipotesi di accordo raggiunta, il 27 marzo, fra Fnsi e Fieg, per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. In tutte le redazioni italiane si è svolto un dibattito molto approfondito, con particolare riguardo ad alcuni articoli (mobilità all’interno dei ...continua
Come salvare le scuole di giornalismo
4 risposte - Inserito il 01.22.09
Le Scuole di giornalismo rischiano di perdere la loro identità per due ragioni diverse e concorrenti: il centralismo e la politica miope delle istituzioni di categoria impegnate a gestire un sindacalismo che definirei "operaistico", senza rapporto con la realtà attuale; e la pressione delle Università, che tendono comprensibilmente a fagocitare ...continua
Scuole: il centralismo è un errore
1 risposta - Inserito il 12.21.08
Per capire bene la storia di un rapporto difficile bisogna risalire indietro nel tempo. Quando nella categoria prevaleva la romantica e spensierata tesi di Montanelli: "giornalisti si nasce, non si diventa". Era troppo bello sentirsi investiti di una vocazione, quasi di un mandato dall'alto. Avere il tesserino significava appartenere a una ...continua


Tutti i contenuti © 2008 giornalismo e democrazia