La discussione


12 Ott
Sabato

Ordine, che fare? Seppellire
o migliorare l’idea di Gonella?

Nella sezione La discussione

Del giornalismo nessuno si interessa. In questa fase della vita del paese, così tesa al risanamento sia economico sia politico, l’informazione non sembra un problema. Come se andasse per il verso giusto. Povero Guido Gonella! Quaranta anni fa si batteva per far approvare la legge che, attraverso l’istituzione dell’Ordine, prometteva agli italiani giornalisti professionali obbligati alla ricerca della verità. Invece, dappertutto compaiono pseudo professionisti, impreparati e per di più faziosi, impegnati a sostenere la tesi di un partito più che a cercare notizie vere, o almeno verificate. Ci sarà qualcuno disposto ad una riflessione, magari in un Parlamento pieno di giovani baldanzosi? Continua…

Nella sezione La discussione


Il giornalista che falsifica la realtà
deve essere punito dall’Ordine

2 commenti - Inserito il 18.08.11
L'Ordine dei giornalisti non gode di molta popolarità in Italia. Soprattutto tra i giornalisti. Probabilmente è uno dei tanti riflessi condizionati dell'essere italiani, come prendersela sistematicamente con la politica (come se fosse qualche cosa di  diverso da noi), lamentarsi piuttosto che darsi da fare, vedere tutto con un occhio se ...continua
Perché sulle scuole c’è il controllo
dei rappresentanti dei giornalisti?

nessun commento - Inserito il 28.05.10
Le ultime vicende sugli stage delle scuole di giornalismo e la controversia tra Ordine e Sindacato, comunque vadano a finire le cose, dimostrano a mio parere che qualche cosa di essenziale deve cambiare nel sistema se si vuole che riacquisti un minimo di credibilità. Allo stato dei fatti non ne ...continua
Riforma dell’Ordine in Parlamento: chi approva?
3 commenti - Inserito il 21.01.10
 La legge che potrà riformare l'Ordine dei giornalisti è sui tavoli dei deputati della Commissione Giustizia, alla Camera. Se venisse approvata (forse al più presto, in sede deliberante) modificherebbe il vecchio ordinamento del 1963, ormai di difficile applicazione. Il testo che pubblichiamo è quello approvato dal Consiglio nazionale dell'Ordine il 17 ...continua
Le scuole di giornalismo: ma quante sono?
nessun commento - Inserito il 26.02.09
di Giovanni Mantovani          Le Scuole di giornalismo finora riconosciute in base al nuovo Quadro di indirizzi sono 8: in ordine alfabetico, Bari, Milano Cattolica e Statale, Padova, Rai-Perugia, Salerno, Torino, Urbino. Nelle verifiche dello scorso anno sono rimaste al palo: Napoli, Palermo e Potenza. Delle 21 che erano in attività ...continua
Si faranno gli Stati generali dell’informazione
nessun commento - Inserito il 20.02.09
Si faranno gli Stati generali dell’informazione. La proposta esplicita è venuta dal direttore della Federazione degli editori, Carlo Malinconico, che ha chiesto al governo di organizzare una assemblea generale sul modello inaugurato in Francia dal presidente Sarkozy. E Palazzo Chigi ha già detto di sì. Quando? Probabilmente in novembre, a ...continua
Sergio torna in pista: svolta alla Rai?
nessun commento - Inserito il 07.02.09
"E ora le nomine!". Questo era il titolo, francamente preoccupante, di un giornale (non importa quale). Perché preoccupante? Perché non si può evitare la sgradevole sensazione che la nomina di Zavoli per qualcuno sia piuttosto un coperchio necessario a un'operazione che si può leggere come l'edizione 2009 della lottizzazione Rai. ...continua
Michele Santoro-Lucia Annunziata scontro fra conduttore e ospite
1 commento - Inserito il 25.01.09
Lo aspettavamo al varco, ma Michele Santoro, nella sua difesa-appello in cui ha coinvolto il Presidente della Repubblica (che - scommettiamo - non avrà apprezzato) non ne ha parlato. Tuttavia l'episodio clou della puntata precedente di Annozero è stata di certo la plateale uscita di scena di Lucia Annunziata. Comunque ...continua


Tutti i contenuti © 2008 giornalismo e democrazia