Nov 13
Sabato
Deontologia
Vittorio Feltri sospeso per 3 mesi dall’Ordine
ma secondo Scalfari andava espulso

L’Ordine nazionale dei giornalisti ha sospeso per 3 mesi Vittorio Feltri dalla professione. La sanzione disciplinare (l’Ordine della Lombardia aveva deciso per 6 mesi di stop) è uscita da una votazione che ha dato un risultato di parità: 66 consiglieri hanno chiesto 6 mesi, altri 66 hanno preferito 3. In questi casi si applica la pena più lieve. La decisione ha provocato molte polemiche.

Il capogruppo del Popolo della Libertà alla Camera, Fabrizio Cicchitto, ha chiesto l’abolizione dell’Ordine dei giornalisti. Il Segretario della Federazione della stampa, Siddi, ha osservato che per Cicchitto l’Ordine va abolito solo quando sanziona giornalisti della sua parte politica. Appelli c’erano stati per ottenere l’assoluzione di Feltri, che in tal modo sarebbe risultato “imbavagliato”. Solidarietà a Feltri è stata espressa anche dal suo editore, Paolo Berlusconi.

Il presidente dell’Ordine, Enzo Iacopino, ha difeso la capacità dell’organismo professionale di far rispettare le regole deontologiche affinché il cittadino sia correttamente informato. “La prova lampante di questa capacità del Consiglio – ha osservato Iacopino - è data, anche in questo caso, dal risultato della votazione: tutti i partecipanti hanno giudicato Feltri responsabile di una violazione deontologica relativa ad un fatto specifico e non ad una opinione. Tutti. Cosa che dovrebbe indurre a riflettere anche quanti alla vigilia della decisione hanno ritenuto di diffondere un appello per chiedere l’assoluzione di Feltri”. L’avvocato di Feltri (che era stato a lungo ascoltato dal Consiglio nazionale riunito a Roma, ha ringraziato l’Ordine, colpito dall’onestà e dalla serietà del confronto.

Eugenio Scalfari, durante la trasmissione di Daria Bignardi le “Invasioni barbariche”,a ha detto che secondo lui Feltri avrebbe dovuto essere espulso dall’Ordine già da molto tempo: “Perché – e non solo nel caso Boffo – ha pubblicato una notizia sapendo che era falsa”.
Va ricordato: che lo stesso Feltri era già stato radiato dall’Ordine della Lombardia, quattro anni fa, con un provvedimento che l’Ordine nazionale aveva però tramutato nella “censura”. In seguito era stato sanzionato (2 mesi) per aver fatto scrivere Renato Farina, radiato dall’Ordine nazionale (con votazione all’unanimità) per aver collaborato con i Servizi segreti.

Sulla prima pagina di “Libero” l’articolo con cui è stata data notizia della sospensione inflitta a Feltri è stato scritto e firmato proprio da Renato Farina.


Tags: , , ,

Articoli correlati




Scrivi un commento



Tutti i contenuti © 2008 giornalismo e democrazia